mercoledì 6 ottobre 2010

...dirti l'ebbrezza del mio cor segreto



G.Bezzuoli, Ermengarda,GDS Uffizi



....  Amor tremendo è il mio.


Tu nol conosci ancora; oh! tutto ancora
Non tel mostrai; tu eri mio: secura
Nel mio gaudio io tacea; né tutta mai
Questo labbro pudico osato avria
Dirti l'ebbrezza del mio cor segreto.

(A.Manzoni, Adelchi, atto IV, scena I)



Eravamo in terza liceo quando, nell'intento di indurci ad amare l'Adelchi di Manzoni, il professore d’italiano ebbe l'idea di farcelo recitare. 
Non in un teatro, ovviamente, ma in classe, seduti nei malinconici  banchi di fòrmica verde che allora usavano nelle scuole. 
Aveva assegnata una parte a ognuno di noi: a me toccava la timida Ermengarda, la sposa ripudiata di Carlo Magno e poi monacata a forza.
È stato così che li ho scoperti.

La confessione dell'amore di Ermengarda, fino ad allora inespresso, il modo riservato e trattenuto di dar voce a un sentimento mi sembrarono emozionanti e struggenti. 
Era  un un periodo, in cui le sensazioni più intime cominciavano– in maniera provocatoriamente liberatoria- ad essere non solo dette, ma affermate, se non addirittura gridate, fin troppo esplicitamente.
Questi pochi versi, pudichi ed erotici insieme, recitati in maniera monocorde ed esitante in un'aula di liceo, mi sembrano ancora una delle dichiarazioni d’amore più sensuali che siano state scritte.





Verdi, La forza del destino, ouverture :
http://www.youtube.com/watch?v=zYc9RvIouPQ
Adelchi :
http://www.classicitaliani.it/manzoni/manzoni_adelchi.htm

5 commenti:

  1. Ho seguito pochi giorni fa un gioco colto inscenato, manco a dirlo, su Radio Tre da Sinibaldi che si divertiva a chiedere ad alcuni scrittori quale fosse la frase più erotica rintracciabile nelle pagine di un romanzo italiano. La più citata? "La sventurata rispose".
    Non avevo mai pensato a Manzoni in questa chiave e invece... oriana

    RispondiElimina
  2. Hai visto mai don Lisander ?

    RispondiElimina
  3. .... un vecchio marpione... :-)

    RispondiElimina
  4. Non avevo ancora letto questo post;avete ragione tutt'e due.Manzoni è stato un grande poeta e quella di Ermengatda una grande dichiarazione d'amore
    Anna

    RispondiElimina
  5. Da sempre, cioè anch'io dai tempi del liceo, sono stata colpita da questa frase, l'ho impressa nella testa, l'ho ripetuta tra me e me in molte occasioni, ma solo ora è così vera, per me, così totale ... e nemmeno io gli farò sapere fino a che punto Amor tremendo è il mio... Ma quando sto con lui... non non la saprà mai l'ebbrezza del mio cor segreto...

    RispondiElimina